#ioleggoperchè allo Spazio Libri La Cornice

Sabato 21 inizia la settimana di #ioleggoperché!
-Noi ci siamo e da domani cominciamo ad andare nelle scuole e le scuole verranno da noi!
-Se volete regalare un libro a una scuola, questi sono i giorni giusti.
-Se volete venire in laboratorio e ascoltare delle letture (antietà!!).
-Se volete assistere alla presentazione di un libro di haiku e parlare di poesia.
-E’ la settimana in cui farlo.

Mercoledì 25 ottobre 2017 – ore 17,00 – LETTURE ANTIETA’ – dai 4 anni e oltre – secondo noi è possibile leggere libri a diverse fasce d’età! Sperimentiamo con voi… Chi ha voglia e coraggio venga! Ci sorprenderemo insieme!

Sabato 28 ottobre 2017 – ore 17,00 SILVIA GEROLDI – presenta il suo libro HAIKU Poesie per quattro stagioni più una. Lapis Edizioni

VOLANTINO-PER-SCUOLE-2017-A.jpg

 

IL VIAGGIO DI CADEN di Neal Shusterman, Hot Spot – Recensione di Valentina Pellizzoni

17036214_10208793369257470_1538572367_o

Mai titolo di libro fu più descrittivo di quanto ci attende nel leggerlo.

Scandito da brevi capitoli che danno un ritmo temporale costante alla lettura, la storia di Caden all’inizio appare spezzata. Un momento siamo a scuola, con la sua famiglia, a casa e un momento dopo siamo su una goletta dei pirati, affrontiamo capitani scontrosi, e teschi parlanti.

Non ci infastidisce questo doppio binario, perché è sempre il giovane Caden che viaggia di qua e di là e nel farsi del libro il perché della deriva piratesca si comprende, e si comincia ad amare intensamente questo giovane uomo così precocemente ‘ancorato’ – è proprio vero che a volte le parole svelano – al suo dolore interiore.

L’autore decide di parlare della malattia mentale con una purezza e una verità e una sincerità ammirevoli, dando forma al magma interiore di Caden cristallizzandolo in mitiche figure piratesche: navi allo sbando, pappagalli parlanti, cuccette oscure e quel mare dai fondali ignoti.

Quando i due mondi cominciano a intrecciarsi i brani lirici sono di una bellezza che ti penetra e non ti abbandona per giorni: come la ragazza che passa il suo tempo guardado fuori dalla finestra dell’ospedale psichiatrico, immobile, che nel mondo di Caden diventa una polena, una statua di ragazza, che lo accoglie tra le sue braccia di legno nei momenti di sconforto.

E’ un libro struggente. E’ un libro sul dolore. Sull’uscita dal dolore. Sull’accettazione dell’incomprensibile, a cui a volte bisogna arrendersi e con cui a volte occorre imparare a convivere.

Tutti lo dovrebbero leggere questo libro, dai ragazzi agli adulti. Il mare oscuro è dentro di noi e intorno a noi, ma se Caden ce l’ha fatta, per noi sarà una passeggiata.

DA QUANDO HO INCONTRATO JESSICA di Andrew Norriss, Il Castoro ed. – 7 DICEMBRE 2016

14633706_1327314490634553_5245863794983036048_o

Recensione di Samuel (12 anni)

 

Da quando ho incontrato Jessica è un libro a mio parere molto profondo che rispecchia, in una storia di avventura paranormale, in modo semplice e diretto il tema della depressione tra ragazzi che si sentono “diversi” e incompresi avendo un difetto, o qualsiasi diversità fisiche o morali, ma che sono molto valenti nel proprio organismo.

Mette in evidenza il difetto principale dell’uomo: la paura (che può trasformarsi in odio) del diverso. Per me il romanzo vuole far capire ai ragazzi che l’uscita da quel “baratro”(come lo si definisce nel romanzo) di prese in giro, delusioni continue da parte di chi ti sta intorno eccetera, non deve essere un pretesto per cercare di isolarsi o addirittura di arrivare a ferire qualcuno o ferire te stesso, anzi esistono molti altri mezzi per riuscire a liberarsi da quel peso sulle spalle; per esempio in questo libro la venuta di Jessica incombe sul protagonista come un raggio di sole, perché è grazie a lei che riuscirà a liberarsi e a continuare la sua vita in modo normale.