COLOREINFERNO di Ariel Macchi e Cecilia Valagussa 

Sabato 8 dicembre dalle ore 18 con Cecilia Valagussa e Ariel Macchi ci sarà Giampaolo Mascheroni in veste di presentatore.

COLOREINFERNO Artisti spezzati dalla Grande Guerra. 1914 – 1918. di Ariel Macchi, disegni di Cecilia Valagussa

IFIX EDIZIONI 2018)
postfazione di Dionigi Mattia Gagliardi
collana B-Comics a cura di Maurizio Ceccato

locandina.falzone

“Dolce è la guerra se non la conosci”
Erasmo da Rotterdam

Teiere cingolate. Architetture di fango. Cavalli parlanti senza motore. Dipinti a olio e filo spinato. Cantine di perduto senno.
Maiali con le maschere antigas. Trincee alate. Sonni di poeti col fucile spianato. Plotoni di esecuzione zoologica. Canti verminosi in divisa grigioverde. Corpi sensuali su nitrato d’argento. Una Babele capovolta. Nove giorni dell’Inferno a colori.

Nove storie dove Cecilia Valagussa e Ariel Macchi hanno fantasticato con la rappresentazione della guerra e le vicende di nove artisti che, per cause e ragioni diverse, hanno affrontato la Prima Guerra Mondiale, perdendo la vita. Spogliata del proprio segno Valagussa indaga, in una ricerca sfrenata, al servizio di ognuno degli artisti rappresentati, come se esse stessi ne ricamassero le sfortune e allegoriche vicende.

Annunci

TERRE DI MEZZO DAY!

Tadaaaaaaaaaa!!

Tenetevi liberi!

TERRE DI MEZZO DAY!
Sabato 24 novembre
Elena Campa
Davide Musso
Carola Fumagalli
Terre di mezzo Editore
Spazio Libri La Cornice

*Mostra “Quello che non ho”
mostra di liste della spesa ritrovate, a cura della Fondazione Scalabrini di Como

info:
031 700571
spaziolibrilacornice@gmail.com

Locandina-TERRE-DI-MEZZO.jpg

COLOREINFERNO presentazione con Cecilia Valagussa e Ariel Macchi – IFIX Edizioni

Cominciate a leccarvi i baffetti 😋😋😋
SABATO 8 DICEMBRE ore 18

COLOREINFERNO
presentazione con Cecilia Valagussa e Ariel Macchi
mostra delle tavole originali
Spazio Libri La Cornice
viale Ospedale 8
Cantù (Co)
tel. 031 700571
spaziolibrilacornice@gmail.com

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Nove storie dove Cecilia Valagussa e Ariel Macchi hanno fantasticato con la figurazione della guerra e con le vicende dei nove artisti che hanno affrontato la Prima Guerra Mondiale con il linguaggio del fumetto, usato come chiavistello per temperare l’argomento della Guerra e della Morte ed entrare nel mondo delle fantasticazioni apparentemente innocue. Cecilia Valagussa indaga, spoglia del proprio segno, in una ricerca sfrenata di tecniche pittoriche, al servizio di ognuno degli artisti rappresentati, come se essi stessi si fossero reincarnati e ne stessero ricamando le sfortunate e allegoriche vicende.
Dai cavalli parlanti in Boccioni, alla Luna di Ariosto in Renato Serra passando per le allucinazioni da Paese delle meraviglie in Saki o le visioni saettanti e aeree in ultracolor di Sant’Elia, gli autori mettono in scena, come in un Doppelgänger, una storia assimilata al vero e una al fantastico dove scorrono segni che corrispondono al nostro immaginario del Novecento e suggestioni che scavano in un passato antico, spremuto in una serie di visioni non estranee al grottesco, come solo la rappresentazione della fine può esserlo.
– Maurizio Ceccato

Cecilia Valagussa & Ariel Macchi – ColoreInferno. Artisti spezzati dalla Grande Guerra 1914-1918
IFIX Edizioni, Roma 2018

TUTTI I COLORI DEL BUIO

Ass. Spazio Libri La Cornice
in collaborazione con
Unione Italiana Ciechi – sezione di Como
vi invitano alla mostra
TUTTI I COLORI DEL BUIO
Inaugurazione
sabato 17 novembre – ore 17

Mostra di libri per non vedenti
Un’occasione per leggere
come chi non vede

Con
Sonia Alpino
Barbara Rizzi
Pia Mazza

La mostra sarà visitabile
dal 17/11 al 02/12
Per le scuole è possibile
prenotare la visita

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

LA CANZONE DI ORFEO di David Almond, Salani – Recensione di Valentina Pellizzoni

42840805_2131700760195918_8593443060589789184_n

 

Ho incontrato nei primi anni del liceo la storia di Orfeo, che andava a riprendersi Euridice negli Inferi, con la lira tra le mani. Ma mi ha impregnato la sua triste storia, intorno ai diciassette anni, quando sempre col liceo, l’ho recitato. Io e il mio gruppo abbiamo cantato lo straziante “Euridice è morta”. Ci siamo incarnati in lui, il poeta disperato, e in lei, la donna condannata.

Quando ho letto il titolo, non ho potuto far altro che buttarmi su questo libro, che guarda caso fa incontrare Orpheus ad un gruppo di diciassettenni. Non esiste il caso, ed esattamente i diciassette anni sono quelli di quei grandi amori, dell’Amore si può osare scrivere.

La canzone di Orfeo è la brutta trasformazione del titolo originale dell’opera di Almond: A Song for Ella Grey. Brutta per due motivi: il primo è che ‘song’ in inglese significa allo stesso tempo ‘canzone’, ‘suono’, ‘canto’ e soprattutto ‘poesia’. E song declina perfettamente, in un solo nome, tutto ciò che è Orpheus da secoli. Il secondo motivo è la bellezza dei nomi propri. Leggendo pensavo, ma che difficile deve essere stato trovare un nome ad Euridice: nei primi capitoli, dove subito si intuisce che lei è Ella, questo nome appare e scompare con indifferenza, prendendo pian piano peso nel trascorrere della narrazione. Nel momento in cui i due giovani decidono di sposarsi, Ella diventa Ella Grey. Ella Grey. Un nome perfetto, Euridice. Ella Grey, il nome giusto da cantare dell’inferno.

Il libro riporta a oggi questo mito fondante del potere dell’arte e dell’intreccio inestricabile tra amore e morte. Dalla figura di Orfeo nacque un vero e proprio culto, l’orfismo appunto, che permeò per secoli il pensiero occidentale, e che fu il pensiero che per primo teorizzò una natura divina nell’uomo. In Orfeo, il potere di parlare con gli animali, di cantare inni tali da far commuovere addirittura Ade e Persefone, incarna proprio questo aspetto divino.

L’Orpheus di Almond non poteva che comparire tra diciassettenni innamorati, scontenti, pronti ad innamorarsi, innamorati della vita, giocatori d’azzardo con la morte, così presente in questo libro da avere l’onore dell’incipit:

Io sono la sopravvissuta. Quella che racconta la storia. Li conoscevo entrambi, so come hanno vissuto e come sono morti. Non è passato molto tempo da allora. Sono giovane, come loro

La voce narrante è di Claire, amica di Ella, suo malgrado tramite tra i due innamorati. Claire ama Ella, ma di che amore? Com’è, che sostanza ha quella relazione? E quale quella tra Orpheus ed Ella? E’ tutto un libro che sta sul filo nell’amore/morte, gioia/disperazione, estasi/perdizione:Almond orficamente gioca sull’abisso. E su quell’abisso ci si può perdere:

“E’ come se io non ci fossi più, ma è come se ogni cosa fosse dentro di me. Non so spiegarlo (…) E’ come se fossi questa margherita ed è come se la cosa che c’è nella margherita fosse uguale a quella che è in me. Quella che la spinge su dalla terra e spinge i petali in fuori e fa scintillare il polline. Quella che tira fuori il canto da quegli uccellini e fa loro spiegare le ali e fa nuotare il salmone e… oh, Claire, come diamine faccio a saperlo?”

E l’abisso arriva. Lo sappiamo. Lo sappiamo perché conosciamo la storia di Orfeo, lo sappiamo perché Almond ce l’ha detto nelle prime due righe. Quindi racconta Claire del viaggio di Orpheus negli Inferi e per farlo usa cartone, colla e colori e costruisce una maschera, quelle usate nel teatro greco, nodo antico dei nostri nodi, palcoscenico dell’occidente, dove tutto è già stato narrato. E come si studia all’università, nel momento in cui si indossava la maschera per recitare, la verità nasceva. Come da bambini, quando maschere non occorrono e il racconto è un sussulto tra le nostre labbra per uditori invisibili e sconosciuti. E così Claire diventa Orpheus e le pagine mutano:

45340712_2385318525030971_9037370579656638464_n

Claire si fa narrazione. E lei so sa. Le parole di Orpheus e ciò che ha sentito l’hanno resa viva. Parte, infine Claire. Salpa, potremmo dire.

Mostra a ROMBO  di Francesca Bazzurro e Enrico Pantani

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Lavori in corso…
Mostra a ROMBO
di Francesca Bazzurro e Enrico Pantani
INAUGURAZIONE
Sabato 10 novembre 2018 ore 18
allo Spazio Libri La Cornice
viale Ospedale 8
Cantù (Co)
tel. 031 700571
spaziolibrilacornice@gmail.com

Dal 10 novembre al 1 dicembre 2018

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

FAMIGLIE IN ARTE con Matteo Gilberti

FAMIGLIE IN ARTE

Laboratorio creativo tenuto da
Matteo Gilberti

Un cambio di paradigma nel laboratorio creativo
per adulti e bambini
Tutti lavoreranno sullo stesso piano,
chiedendo l’un l’altro la condivisione delle proprie competenze.

Per 4 sabato mattina, a partire dal
17 novembre
ore 10,30!

Per info e iscrizioni:
031 700571
spaziolibrilacornice@gmail.com

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

BATIK NATALIZIO Laboratorio con Francesca Galimberti

Giovedì 8 novembre e
mercoledì 14 novembre
dalle ore 20,30
Francesca Galimberti
terrà un laboratorio di 
BATIK NATALIZIO

Trasformeremo vecchie stoffe e carte bianche in stelle e fiocchi di neve.
Pennellate di cera liquida e un bagno di colore: il gioco è fatto!

E’ possibile venire con tessuti da personalizzare,
o biglietti o carte particolari
in vista di un regalo natalizio,
ma anche non.

Ma se non avete nulla,
non vi preoccupate, il materiale è incluso
e Francesca da tempo sta accumulando
preziosità per noi.

Il costo è di 15€ ad incontro
(+ 15€ se non ancora soci)
posti limitati
Dagli 8 anni in su

Per info o iscrizioni:
031 700571
associazionespaziolibri@gmail.com
Spazio Libri La Cornice

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Corsi NOVEMBRE/DICEMBRE

Ed ecco l’elenco dei prossimi corsi!
Ci sono veterani con progetti sempre diversi
e corsari tutti nuovi nuovi!

Con:
Francesca Galimberti
Marzia Molteni
Antonella Aquaro
Bernard Friot
Matteo Gilberti
Linda Cavadini
Eliana Colombo
Una Scodella Di Granoturco Barbara Girardi

Per tutte le info e i costi:
031 700571
associazionespaziolibri@gmail.com

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Novembre/Dicembre/INCONTRI/Ingresso gratuito/Spazio Libri La Cornice

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

ROMBO mostra di Francesca Bazzurro e di Enrico Pantani

Mostra a ROMBO di Francesca Bazzurro e Enrico Pantani
INAUGURAZIONE Sabato 10 novembre 2018 ore 18 allo Spazio Libri La Cornice

pantani bazzurrobazzurro pantani

Francesca Bazzurro, artista e illustratrice per l’editoria,
nasce a Livorno da padre Comandante della Marina Militare Italiana, da cui eredita la passione per le mappe, i viaggi e la volontà di dirigere le proprie scelte.
Oggi vive e lavora a Milano, sempre pronta a tuffarsi in mondi e avventure grafiche. Si laurea all’Accademia di Brera in tecniche dell’incisione e litografia, frequenta lo storico Atelier calcografico di Giorgio e Daniele Upiglio.
“Illustratrice attenta e graffiante” come ama definirla Italo Lupi, collabora con studi di architettura, progettisti ed editori tra i quali Topipittori.
Ha lavorato e lavora per importanti brand del design, della moda e del made in Italy. Disegna costantemente.

Enrico Pantani è nato a Volterra nel 1975. A vent’anni, per scomessa, si iscrive alla facoltà di Lettere e Filosofia di Firenze, dove si laurea nel 2002 discutendo una tesi su Albert Camus. Inizia a dipingere a fine anni novanta, ma solo nel 2008 rende pubblico il suo lavoro attraverso mostre personali e collettive in Italia e all’estero. Come performer dal vivo partecipa allo spettacolo Hamlice, regia di Armando Punzo (Hangar Bicocca di Milano, Teatro Olimpico di Vicenza, Teatro della Tosse di Genova e in altri Teatri Italiani), in tutte le date della tourneé. Nel 2015 illustra il disco “Un mistero di sogni avverati” del cantautore fiorentino Massimiliano Larocca, dipingendo occasionalmente nelle tappe del tour. Collabora con lo stilista Augusto Titoni per il marchio KIDZ, serigrafando tessuti. Vive e lavora a Pomarance, piccolo paesino della provincia di Pisa.

#ioleggoperchè a Spazio Libri La Cornice

#ioleggoperchè a Spazio Libri La Cornice con una selezione di libri imperdibili!

Scegli un libro, acquistalo e lascia una dedica – Indica la scuola gemellata a cui vuoi donarlo. 

VI ASPETTIAMO!

Dal 20 al 28 ottobre 2018 Fai felice una biblioteca scolastica!

*Gli editori contribuiranno con altrettanti libri.

– Scuola Primaria C.G. Molteni – Via S.Arialdo 25 – Cucciago (Co)
– Scuola Media Anzani – Via Fossano 34 – Cantù (Co)
– Scuola Media Carimate – Via Aldo Moro – Carimate (Co)
– Scuola Primaria F. Degano – Via San Giuseppe – Cantù (Co)
– Scuola primaria V. Bachelet – Via Leopardi – Cantù (Co)
– Scuola Primaria Mirabello di Cantù – Via Umbria – Cantù (Co)
– Scuola Primaria O. Marelli – Via Andina 6 – Cantù (Co)
– Scuola dell’infanzia Vidario – Viale Vidario 1 – Alzate Brianza (Co)
– Scuola Primaria B. Munari – Via De Gasperi 10 – Cantù (Co)
– Scuola dell’infanzia L’ Aquilone – Via Daverio,38 – Cantù (Co)
– Scuola Secondaria P. Tibaldi Cantu’1 – Via Manzoni 19 – Cantù (Co)
– Scuola Secondaria A.Toscanini – Piazza IV Novembre – Capiago Intimiano (Co)
– Scuola Primaria Carimate Cap. – Via C. BattistiI – Carimate (Co)
– Scuola Primaria Carimate Montesolaro – Via Garibaldi 6 – Carimate (Co)
– Scuola Primaria G.Rodari – Via Pitagora 12 – Cantù (Co)
– Scuola Primaria di Fecchio – Via per Aalzate 69 – Cantù’ (Co)
– Scuola Infanzia “La Lanterna” e “Il Faro” Via Colombo 22/24 – Cantù (Co)
– Scuola Primaria IV Novembre – VIA Passalacqua Trotti 10 – Mariano Comense (Co)
5b23cf7413465

Presentazione del libro Passato & Presente con l’autrice Orith Kolodny e l’editore  5 Continents Editions

Venerdì 26 ottobre dalle ore 20,30
Presentazione del libro Passato & Presente con l’autrice Orith Kolodny e l’editore 
5 Continents Editions
Presentazione – Mostra – Video – Installazione
Ingresso libero 

Passato e Presente
Un viaggio grafico nel tempo
Orith Kolodny

90.jpg

Nel presente si guarda al passato per vedere cosa, effettivamente, sia cambiato. Questa la riflessione da cui è partita Orith Kolodny nel progettare questo agile volumetto, color rosa-cioccolato, che richiama la nostra attenzione sulle trasformazioni di cui siamo testimoni. Lo fa contrapponendo – in un dialogo senza parole – simboli, icone, modi di fare e pensare. La colomba, icona di pace, si trasfigura nell’uccellino che connota l’universo social di Twitter. La cabina del telefono ha ormai perso ogni tipo di materialità, ora si va in cerca dell’astratto simbolo della rete wi-fi. Le mappe digitali sostituiscono le ingombranti carte stradali non sempre facili da piegare. Questi sono solo alcuni degli esempi contenuti in questo libro intergenerazionale, nel quale i cambiamenti vengono illustrati senza giudizio, benché talvolta ci conducono ad abbandonarci in un momentaneo sorriso amaro.

Orith Kolodny, nata a Tel-Aviv, vive e lavora a Milano come graphic designer. È coautrice della collana De ville en ville per la casa editrice La Joie de Lire. La sua curiosità e fantasia la portano, nel presente, a creare loghi, marchi e libri illustrati. La sua velocità, nel passato, l’ha portata a conquistare numerosi titoli tra i quali il record israeliano sui 400 m, tenuto per 15 anni.

5 Continents Editions, casa editrice indipendente di libri d’arte, fondata nel febbraio 2002 a Milano da Eric Ghysels, è considerata punto di riferimento mondiale nel campo delle arti extra-europee. Specificità che non esclude dal catalogo numerose pubblicazioni dedicate all’arte nel senso più ampio del termine: archeologia, arte antica, moderna e contemporanea, arti decorative, moda, design, arti grafiche e fotografia.

Incontro con Francesco Muzzopappa – HEIDI – Fazi Editore, a cura delle Le Sfogliatelle

Sabato 20 ottobre ore 17,30
allo Spazio Libri La Cornice
Incontro con Francesco Muzzopappa HEIDI
Fazi Editore
A cura delle Le Sfogliatelle, con la partecipazione straordinaria dell’attrice Dianora Marabese – Associazione Culturale Libera Officina
Ingresso libero

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Hotel da incubo, Malattie imbarazzanti, Non sapevo di essere incinta e Sepolti in casa non bastano. Ormai la tv chiede sempre nuovi format, sempre più paradossali, sempre più surreali. Succede anche in Videogramma, un’azienda di contenuti in cui da anni lavora Chiara, trentacinquenne milanese, direttrice casting, single, irrisolta, piena di paure e ossessioni. Il nuovo capo, detto lo Yeti, chiamato anche per operare dei tagli, costringerà tutti i dipendenti a proporre format innovativi, pena il licenziamento immediato. Ma la situazione per Chiara si complica quando suo padre, Massimo Lombroso, un vecchio critico letterario del «Corriere della Sera» malato di demenza selettiva, viene cacciato dall’ospizio in cui è ricoverato perché ormai ingestibile. In attesa di trovare una nuova sistemazione, Chiara lo terrà in casa con sé. La convivenza però non sarà facile: lui la scambia da sempre per Heidi, il cartone animato che seguivano insieme quando lei era piccola. Tutto il suo mondo è popolato di caprette, monti e Peter. E Peter verrà ribattezzato anche il ragazzo trovato da Chiara per stare col padre quando lei è al lavoro, un giovane premuroso e preparatissimo che si prenderà cura dell’uomo fino a diventare insostituibile.

Matteo Gilberti LA SPONTANEITA’ DELLA BELLEZZA

Sabato 20 ottobre alle ore 10,00
Matteo Gilberti
LA SPONTANEITA’ DELLA BELLEZZA
Un incontro / formazione
per genitori di bambini dai 2 ai 5 anni.

Ingresso libero.

SPONTANEITA-E-BELLEZZA

Dopo innumerevoli corsi di creatività per bambini, Matteo sperimenterà qui da noi un nuovo approccio a quella materia inafferrabile e magnifica che è la creatività.
Matteo ci racconterà del laboratorio che proporrà a novembre qui allo Spazio Libri La Cornice che metterà al centro i genitori a cui verranno in aiuto i bambini, cambiando completamente il paradigma a cui tutti siamo abituati: dove mi può aiutare mio figlio in materia di creatività? Che competenze ha, che io non ho? Dove ci può portare un lavoro di squadra paritario?
Durante l’incontro di sabato, Matteo si addentrerà nei meandri dei concetti di creatività e spontaneità, gettando ponti dall’uno all’altro.
Un momento di formazione per adulti da non perdere.
Ingresso libero.

E’ gradita la prenotazione:
031 700571
spaziolibrilacornice@gmail.com

Un incontro / formazione
per genitori di bambini dai 2 ai 5 anni.

LABORATORIO DI SCRITTURA con SILVIA VECCHINI

Ancora qualche posto!
PAROLE D’AMORE SCRITTE A MACCHINA

con SILVIA VECCHINI
Laboratorio di scrittura poetica battuto a macchina (e incorniciato!)
Domenica 21 ottobre
ore 10-13 / 14.30-16.30
costo: 90€ + 15 se non ancora soci

Per iscriversi al corso:
spaziolibrilacornice@gmail.com
tel 031 700571

poesiemacchina SILVIA VECCHINI

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Una giornata in banda! Allo Spazio Libri La Cornice! Evviva!!

Una giornata in banda!

SABATO 13 OTTOBRE DALLE ORE 15,30

Volete provare a suonare gli strumenti di una banda?

Clarinetto, flauto, tromba, corno… con il CORPO MUSICALE LA CATTOLICA di Cantù!

Vi aspettiamo

Per bambine, bambini, ragazzi, ragazze…

Ingresso libero

locandina corpo musicale la cattolica cantù.jpg

41449361_1968439543178535_7021045586379931648_n41385888_1969089569780199_166323957157330944_n

Presentazione del libro”Essere innamorati è bello, doloroso, necessario” con Bruno Perlasca e l’autore Franco Gerosa

Venerd’ 12 ottobre alle ore 20,30 con Bruno Perlasca e l’autore Franco Gerosa, presentazione del libro “Essere innamorati è bello, doloroso, necessario”

Ingresso libero

Franco Gerosa.jpg

Tutti vorremmo conoscere le storie dei nostri genitori, quelle che non ci hanno mai raccontato e che noi non abbiamo mai chiesto. All’autore è capitato di ritrovare i diari che sua madre e suo padre hanno scritto negli anni 1942-43 mentre lavoravano nell’Ospedale Militare 48 di Spalato. Attraverso i loro scritti Franco Gerosa li ha riconosciuti, riamati e ha capito se stesso più di quanto avesse mai fatto. È la storia di una famiglia borghese come tante, nata nella tragedia della guerra, animata da grandi speranze, con la cieca fiducia che solo l’amore può dare. Ne è nato un libro che racconta i loro progetti, i loro sogni e, insieme, i ricordi e rimpianti di un figlio.

Di fiori, vecchie foto e tazze di tè di Vera Frigerio

Di fiori, vecchie foto e tazze di tè

di Vera Frigerio, bibliotecaria

Le atmosfere melanconiche, l’evanescente poeticità delle figure e del segno, l’indagine introspettiva che i personaggi ritratti da Joanna Concejo innescano in chi legge, attraverso l’intensità dei loro sguardi, le increspature delle bocche, le pieghe disegnate dal tempo sulla pelle, la compostezza dei gesti, sono alcuni degli aspetti che accomunano le sue opere, così come la morbidezza della luce che si posa sulle cose come polvere. Simili caratteristiche contribuiscono a far sì che le storie da lei illustrate vivano in una sorta di tempo sospeso, silenzioso, estraneo alla contingenza e vividezza della realtà; un tempo lontano e vicino, in cui si compiono scoperte, affiorano reminescenze, si celano segreti, prendono forma desideri, si accendono epifanie; un tempo tutto interiore, in cui oggetti e persone sembrano fluttuare persi nelle loro solitudini. Sono l’esattezza della linea, il tratteggio a matita e l’uso ponderato del colore, di cui l’autrice si avvale soprattutto in chiave simbolica, a dare consistenza ed esistenza agli elementi rappresentati, conferendo loro contorno e peso.

Anche l’ultimo albo di Joanna, L’anima smarrita, scritto da Olga Tokarczuk e vincitore della Menzione Speciale del Bologna Ragazzi Award 2018, trasporta il lettore in una dimensione temporale alterata e sfuggente.

Protagonista del libro un uomo, che ad un certo punto della sua vita (al lettore il piacere di riconoscere quale nelle tavole iniziali), comincia a maturare la consapevolezza di aver perduto la sua anima, di averla smarrita da qualche parte senza essersene reso conto, occupato a rincorrere impegni e affanni del vivere quotidiano. Confuso e spaventato, l’uomo accetta il consiglio di una saggia dottoressa e si trasferisce in una piccola casa di campagna, in attesa che la sua anima ritardataria (perché, si sa, “la velocità con cui si muovono le anime è molto inferiore a quella dei corpi”), lo raggiunga e si ricongiunga a lui. L’anima, luogo d’origine del pensiero e del sentimento umano, ha nell’albo le sembianze di un bambina, quasi dell’infanzia ne condividesse il senso della meraviglia, la curiosità, la sensibilità, il pensiero magico, la vitalità, l’emotività, l’autenticità.

L’inserzione nel libro di due pagine opache trasparenti, a indicare dell’attesa l’inizio e la fine, crea una sorta di cesura tra un tempo che potremmo definire cronologico, misurabile, e un tempo psicologico, soggettivo, com’è quello del ricordo.

I fogli ingialliti di un vecchio quaderno a quadretti, i bordi che incorniciano la maggior parte delle immagini, le fotografie in bianco e nero, le buste e i francobolli riprodotti all’interno delle illustrazioni, ogni singola scelta concorre a trasportare chi legge in un passato che ha l’odore acre ma familiare delle cose dimenticate in soffitta.

Nell’albo convivono due narrazioni che corrono parallele quasi per l’intera lunghezza del racconto, per convergere nell’incontro finale tra il protagonista e la bambina. Le maggior parte delle pagine di sinistra descrivono infatti il percorso seguito dalla bambina per raggiungere l’uomo, mentre quelle di destra raffigurano l’attesa dell’uomo, la cui durata è intuibile grazie ai cambiamenti avvenuti nel suo aspetto e nell’abitazione in cui vive. Lo sguardo del lettore, scorrendo da una pagina alla successiva, è costretto a saltare di continuo da una dimensione spaziale ad un’altra, da una scena in esterno ad una in interno, compiendo simultaneamente anche un viaggio nella memoria del personaggio, come se tale viaggio costituisse una sorta di tappa obbligata per la (ri)scoperta di sé. E quando alla fine il ricongiungimento/riconoscimento avviene, è l’irrompere del colore nella pagina a darne testimonianza, inondando la stanza di luce, calore, vita, e rendendo così possibile la splendida fioritura delle piante di cui Jan, il protagonista, è andato nei mesi circondandosi; una fioritura talmente rigogliosa da varcare la soglia di casa, irradiarsi nel paesaggio circostante e invadere perfino i risguardi di chiusura dell’albo.

Nei libri illustrati da Joanna troviamo spesso rappresentati fiori e piante, a rivelare non solo una personale passione per la botanica, ma anche e soprattutto a mettere in luce il loro grande potenziale evocativo, in quanto manifestazione di bellezza, grazia, purezza, sentimento.

Altro elemento ricorrente nella sua opera è la casa (Il signor nessuno, L’angelo delle scarpe o C’era una volta una bambina), che l’illustratrice si diverte a vestire di carte da parati e tappezzerie floreali, oltre che a disseminare di fotografie, quadri, vasi, suppellettili e piccoli oggetti, conferendo anche ad essa valore metaforico: la casa come principio, espressione e dimora dell’identità.

Il testo di Olga Tokarczuk si presenta piuttosto breve, scorrevole, lineare, ed è contraddistinto da espressioni introduttive e conclusive proprie del racconto fiabesco, come “Una volta c’era un uomo” o “Da quel momento vissero a lungo felici e contenti”, che contribuiscono ad accentuare l’indefintezza temporale della vicenda narrata e ad attribuirle così carattere d’universalità.

Per quanto l’illustrazione di Joanna Concejo possa sembrare ad un primo sguardo dominata da toni narrativi e figurativi nostalgici, onirici, non immediatamente decifrabili, al punto da trasmettere al lettore una sensazione d’inquietudine mista a languidezza, le tavole finali dei suoi libri emanano sempre un chiarore capace di alleviare ogni possibile tensione emotiva accumulata e illuminare il futuro di possibilità. Proprio come succede quando, dopo una lunga notte, assistiamo a quel miracolo che è l’alba che nasce.

________________________________________________________________________________

PS Una piccola nota a margine, che vuole essere un omaggio a quello che resta in assoluto uno dei miei albi preferiti, Il signor nessuno: come non notare l’analogia tra la copertina di L’anima smarrita e quella della nuova edizione di Il signor nessuno? Chissà qual è il nome della speciale sartoria che confeziona le giacche ai protagonisti dei libri di Joanna…

Libri citati:

Joanna Concejo, Il signor nessuno, Topipittori, 2008

Giovanna Zoboli, Joanna Concejo, L’angelo delle scarpe, Topipittori, 2009

Hans Christian Andersen, Joanna Concejo, I cigni selvatici, Topipittori, 2011

Jean-François Chabas, Joanna Concejo, Les fleurs parlent, Casterman, 2013

Giovanna Zoboli, Joanna Concejo, C’era una volta una bambina, Topipittori, 2015

Marek Bienczyk, Joanna Concejo, Un prince à la pâtisserie, Format, 2015

Olga Tokarczuk, Joanna Concejo, L’anima smarrita, Topipittori, 2018

Sitografia:

http://joannaconcejo.blogspot.com/

http://lascatoladelte.blogspot.com/2011/04/per-i-borghi-di-macerata-intervista-con.html

http://www.lefiguredeilibri.com/2010/01/11/joanna-concejo-il-mio-primo-libro/

http://www.lefiguredeilibri.com/2011/05/16/joanna-concejo-7-domande/

Presentazione del libro “Viva la regina!” con l’autore Enrico Ferioli

Spazio Libri La Cornice
Sabato 6 ottobre ore 17,30
Presentazione del libro “Viva la regina!” con l’autore Enrico Ferioli scrittore e musicista dei Daltrocanto, vincitore del Premio Internazionale Città di Como 2017 nella sezione “Racconto inedito”
Legge Cristina Bossi
Accompagnata dal gruppo D’AltroCanto
Elpo EdizioniL'immagine può contenere: testo

 

 

Un pomeriggio in banda allo Spazio Libri La Cornice

Sabato 13 ottobre dalle 15,30 un pomeriggio in banda

I maestri e i musicisti del Corpo Musicale “La Cattolica” incontrano i ragazzi che desiderano provare a suonare gli strumenti musicali della banda. Un pomeriggio all’insegna dell’avventura e della musica, per curiosi e appassionati, inserito nel più ampio progetto della Scuola di Musica della banda nato per coinvolgere sempre più ragazzi nella scoperta di quel luogo dinamico e senza confini che è la formazione bandistica.

Clarinetto, flauto, tromba, corno, sax, percussioni e molti altri strumenti: i ragazzi avranno modo di provarli, divertendosi, affiancati da chi con amore, esperienza e abnegazione fa vivere il nostro corpo musicale. Potrebbe essere un’occasione unica per scoprire di avere un innato talento o la voglia di inventarselo, oppure per toccare con mano quanto è semplice sentirsi bene e divertirsi un sacco quando è la musica a tenere le fila del gioco.

L’evento è pensato per bambini e ragazzi dagli 8 ai 15 anni (ma è naturalmente aperto anche agli adulti!) e si svolgerà nell’accogliente e generoso Spazio Libri La Cornice, in viale Ospedale 8 a Cantù ed è inserito fra gli appuntamenti del Festival del Legno. Vi aspettiamo quindi sabato 13 ottobre alle 15:30.

Un ringraziamento particolare va anche all’Associazione Charturium per il sostegno ai nostri progetti formativi. Per tutte le info sui nostri corsi per gli allievi, clicca qui: lasciaci i tuoi dati e sarai ricontattato da un nostro incaricato.

 

Sconto del 10% al Teatro Sociale di Como con la tessera dell’ Associazione Spazio Libri La Cornice 2018/19.

Evviva!
Anche quest’ anno a tutti i nostri iscritti all’ Associazione Spazio Libri La Cornice 2018/19, viene offerto lo sconto del 10% al Teatro Sociale di Como. Lo sconto sarà effettuato dietro presentazione della tessera di iscrizione dell’anno in corso. Gli sconti non sono cumulabili e non validi per gli spettacoli fuori abbonamento (segnalati nella locandina).

Per l’acquisto dei singoli biglietti, gli Associati potranno rivolgersi direttamente alla Biglietteria del Teatro (biglietteria@teatrosocialecomo.it , tel. 031270170),
http://www.teatrosocialecomo.it/
Teatro Sociale di Como
Risultati immagini per teatro sociale como

Corsi intensivi di ottobre con Giovanni Lonardo, Silvia Vecchini, Carla Ghisalberti…

* CORSO DI CREAZIONE DI MOBILE
con GIOVANNI LONARDO
Corso di progettazione e realizzazione di mobile di carta
Domenica 14 ottobre
ore 9.30-12.30 / 14.30-17.30
costo: 90€ + 15€ se non ancora soci
mobile corso giovanni LONARDO.jpg
_______

* PAROLE D’AMORE SCRITTE A MACCHINA

con SILVIA VECCHINI
Laboratorio di scrittura poetica battuto a macchina (e incorniciato!)
Domenica 21 ottobre
ore 10-13 / 14.30-16.30
costo: 90€ + 15 se non ancora soci
poesiemacchina SILVIA VECCHINI
_______
* LA FABBRICA DEL LETTORE
con CARLA GHISALBERTI
Saper scegliere, saper leggere, saper discutere di albi illustrati e di narrativa per bambini e bambine dai 3 ai 13 anni.
Sabato 27 ottobre e sabato 10 novembre
ore 9.30-12.30 / 14.30-17.30
Domenica 28 ottobre e domenica 11 novembre
ore 9.30-12.30
costo: 180€ + 15 se non ancora soci
carla
Per info e iscrizioni:

Corsi e appuntamenti d’arte con Elena Governo

CORSO DI DISEGNO PER ADULTI
adatto a un pubblico dai 16 anni in su, inclusi principianti assoluti.
Tutti i martedì dalle ore 20 alle 22,30 

Iniziamo il 2 ottobre al 18 dicembre 2018

Un piccolo corso di disegno con una grande ambizione: sfatare quel mito
secondo cui saper disegnare è una questione di talento innato, la
fortuna di esser nati sotto l’egida delle muse e con un dono che altri
non hanno. Molto più banalmente, saper disegnare è una questione di
amore, concentrazione ed esercizio. Il corso è studiato per persone che
desiderano avvicinarsi al disegno per la prima volta o che non disegnano
da molto tempo, e si sentono “arrugginite”.
L’idea è di riuscire a fornire delle solide basi universali pur
rispettando la dimensione personale di ciascun allievo.
Lavoreremo quindi su due fronti: imparare a rappresentare soggetti
oggettivamente corretti, realistici, inequivocabili e, d’altro canto,
imparare a sviluppare un tratto personale, distintivo, che lasci intuire
le nostre profondità soggettive. Il disegno trasferisce sul piano della
realtà un’idea incorporea ed aerea, rappresenta un tentativo di
plasmare, arricchire o migliorare la realtà che ci circonda. Disegnando,
noi affermiamo la validità delle nostre idee, rivendichiamo la nostra
personale visione del mondo e l’unicità del nostro modo di essere.

42120277_2008164939245207_5976292626964414464_n


_______

CORSO SCULTURA BAMBINI
adatto a un piccolo gruppo di 6 bambini tra i 6 e i 10 anni di età

Tutti i martedì dalle ore 17 alle 18,30 
Iniziamo martedì 16 ottobre a martedì 6 novembre

Un corso dedicato al tema della scultura a tutto tondo.
In una realtà che ci costringe spesso a prendere un unico punto di vista
privilegiato, sviluppare l’esperienza con la tridimensionalità e
imparare a rigirare la realtà tra le dita è un esercizio estremamente
stimolante.
I bambini verranno accompagnati in un percorso che riguarda la
percezione, l’interpretazione e la rappresentazione della realtà
attraverso l’esperienza della modellazione dell’argilla, con cui
creeremo 3 o 4 statue di animali, a partire dalle forme più semplici (il
gufo) ad arrivare a forme più complesse (gatto).

42683508_1083876188451013_2857614477023510528_n.png


__________

CORSO PITTURA BAMBINI
adatto a un piccolo gruppo di 6 bambini tra i 6 e i 10 anni di età

Tutti i martedì dalle ore 17 alle 18,30 
Iniziamo il 13 novembre al 4 dicembre 2018

4 incontri di pittura acrilica per avvicinare i bambini al mondo del
colore e incoraggiare la loro capacità di osservazione, interpretazione
e assertività. I quadri verranno realizzati su legno, a cavalletto, con
colori atossici a base d’acqua e rifiniti con una vernice brillante –
daremo così ai bambini una corretta routine creativa per renderli
orgogliosi artefici di vere opere d’arte.
elena governo corso di pittura.png
__________
CORSO XILOGRAFIA BAMBINI
Laboratorio di creazione di biglietti di Natale artigianali.
Adatto a un piccolo gruppo di  4/5 bambini da 8 a 12 anni 
Dalle ore 17 alle 18,30 
Due incontri 11 e 18 dicembre 2018

Grande collaborazione per il gruppo di stampatori canturini per riuscire, in equipe, a preparare l’intera tiratura di biglietti di Natale. Per ogni colore ci vorrà una matrice, scavata a mano, e poi tutte le matrici verranno inchiostrate con i colori più brillanti e saranno stampate in successione come ai tempi antichi. Un prezioso lavoro di squadra per un gruppo di 4/5 bambini da 8 a 12 anni.

elena governo xilo.png
__________

La dichiarazione di Elena

” Sono nato a Milano, in Italia, dove ho trascorso gli anni della scuola e dove ho imparato a disegnare, dipingere e incidere in un modo molto classico, dopo la mia laurea BA all’Accademia di Belle Arti di Brera e il mio Master in arti grafiche, ho viaggiato attraverso Europa e Giappone per accumulare esperienza e attrezzature. Ho lavorato e stampato in diversi studi, a Edimburgo, Londra, Sudbury, Milano, Como, Padova, Torino, Tokyo e Nagoya. Occasionalmente ho lavorato come fotografo di reportage a Cracovia , Kiev, Chernobyl, Berlino, Budapest, recuperando mondi che stanno rapidamente scomparendo e il fascino dei luoghi abbandonati e delle pagine dimenticate del tempo.

Ho aperto la mia scuola d’arte nel 2005, Progetto Ecate , nel 2008 il laboratorio si è stabilito a Como, città che adoro, in seguito mi stabilirò anch’io sulle rive del lago. Insegno arte da allora, a molti livelli di istruzione superiore e superiore. Ho valutato l’originalità di una dozzina di stampe e scartoffie di Salvador Dalì, alcune delle quali sono disponibili per i collezionisti, altre sono esposte al Museo Dali di Parigi e a Shangai. Ho anche valutato una stampa minore di Rembrandt.

Credo che la stampa sia stata la mia passione-ossessione per molti anni, anche se attualmente sto lavorando di nuovo con la pittura, il disegno e il montaggio. Negli ultimi dieci anni circa, il mio soggetto principale è stata la bellezza femminile, la bellezza femminile rivista per così dire. Cerco di indagare, interrogare, approfondire, rivedere gli standard di bellezza di oggi, che trovo poveri, non abbastanza interessanti e non abbastanza diversi. Ovviamente la mia devozione per l’incisione, l’inchiostro nero, le vecchie fotografie scattate con uno spillone ei reportage che ho fatto nelle ex repubbliche sovietiche è un’influenza importante, è ben riflessa nel mio corpo di opere e i miei dipinti sono spesso monocromi. Desidero trasmettere la natura effimera e inafferrabile della realtà, anche se, d’altra parte, voglio offrire una visione di un mondo non affetto dal passare del tempo “.

ELENA 3

Ritratto realizzato da Silvia Molteni 

Spazio Libri La Cornice
Viale Ospedale 8
22063 Cantù (Como)
tel. 031 700571 cell. 3421890448
 
orario: martedì-sabato 9,00-12,30 / 15,00-19,30  *Lunedì 15,00 – 19,30
Immagine correlataRisultati immagini per carta del docenteFoto
       CORNICI  LIBRI  ARTE  GIOCHI
 
Il laboratorio la Cornice nasce nel 1987. 
Inizialmente l’attività si è basata essenzialmente sull’assemblaggio di cornici.
Successivamente il laboratorio ha inaugurato una sua galleria 
che ospita opere di vari artisti. 
La Cornice organizza periodicamente mostre personali e collettive 
degli artisti presenti nel suo catalogo. 
Inoltre da alcuni anni è stato introdotto uno spazio libri 
che ospita volumi di piccoli e micro editori, per lettori da 0 a 99 anni.

CORSO DI PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN MOBILE con Giovanni Lonardo

CORSO DI PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE
DI UN MOBILE
con Giovanni Lonardo
Domenica 14 ottobre 2018
ore 9,30 – 12,30 / 14,30 – 17,30

Il bravissimo Giovanni Lonardo terrà da noi un corso di realizzazione di un mobile, con uso di rami e naturalmente cartoncini.
Si potrà imparare a progettare e realizzare il proprio personale mobile: equilibrio statico ed estetico, movimento e armonia.

Costo: 90€ + 15€ se non ancora soci
Per info:
031 700571
spaziolibrilacornice@gmail.com

mobile corso giovanni LONARDO.jpg

Spazio Libri La Cornice
viale Ospedale 8
Cantù (Co)

Elena Bellocco  IL RESPIRO DEL MONDO

Allo Spazio Libri La Cornice
Elena Bellocco
IL RESPIRO DEL MONDO
Corso di massaggio reciproco mamma/bambino.
Dai 3 ai 6 anni.
Iniziamo il 29 settembre.Poi 6 il 13 e il 20 ottobre.
Tutti i sabati dalle 10 alle 11,30

Costo.
€ 70 mamma più 1 bambino
€ 90 mamma più 2 bambini
+ tessera Associativa 2018/19 € 15
Info e prenotazioni: spaziolibrilacornice@gmail.com
tel. 031 700571

Elena Bellocco operatrice in discipline bionaturali DBN
Diplomata in Pranopratica – scuola triennale

disegno di Silvia Molteni

locandina bellocco.jpg

the big draw2018, #fabriano allo Spazio Libri La Cornice

 

Domenica 23 settembre 2018 dalle ore 15,30 
Laboratorio di carte pettinate e origami all’interno del #thebigdraw2018!

Alcuni origami verranno poi appesi tra i ciliegi del viale per colorare il cammino.

Francesca Galimberti e Marigami, saranno le artiste che seguiranno da vicino i laboratori.

Col patrocinio del Comune di Cantù – Assessorato alla Cultura.

Aperto a tutte le età e ad ingresso gratuito!

Il laboratorio si svolgerà anche in caso di maltempo.

the big draw2018, #fabriano

 

Un pomeriggio colorato

Carte pettinate
Su cartoncino Fabriano ruvido si stenderanno pennellate di colore a tempera mescolato alla colla
Poi si interverrà con pettini di cartone per ottenere effetti particolari
I fogli colorati verranno utilizzati per ottenere figure di animali o forme inventate

Origami volanti
Si utilizzerà carta leggera Fabriano liscia, in formato quadrato
Con inchiostri colorati e  acquerelli si tracceranno linee e segni sulla superficie
I fogli verranno poi trasformati in farfalle e uccelli con la tecnica dell’origami BIG-DRAW-2018.jpg

Grandi letture per piccoli lettori

Sabato 22 settembre alle ore 16,30 GRANDI LETTURE PER PICCOLI LETTORI con Valentina Pellizzoni – Letture e merenda per bambini e bambine dai 2 ai 4 anni.

Per bambini – Ingresso libero

locandina vàlentina OK.jpg

Tradurre la parola amore di Lynne Kutsukake – Nuova Editrice Berti

Presentazione del libro
con l’autrice LYNNE KUTSUKAKE e gli editori
“Tradurre la parola amore”
Traduzione di Francesca Cosi Alessandra Repossi
Nuova Editrice Berti

Con Simone Savogin in veste speciale di traduttore simultaneo

Ingresso libero

41466962_1422286794474446_1571897544311570432_n.jpg

“Osservò le due ragazzine voltarsi per sussurrarsi qualcosa all’orecchio. Sembravano in disaccordo. Poi il battibecco finì di colpo e la ragazza più loquace, Fumi, gli si avvicinò. Si inchinò profondamente e allungò entrambe le braccia verso di lui, porgendogli qualcosa. Sembrava un pezzo di carta ripiegato sul lato lungo.
“Signore, la prego, consegni questa lettera al suo capo, il generale MacArthur. È di importanza vitale.”
Matt guardò l’altra ragazza, ma i suoi occhi erano impenetrabili.
Fumi estrasse dal taschino della camicia un piccolo frammento quadrato di carta velina ingiallito. Sembrava non essere certa di cosa farne, perché subito se lo rimise in tasca, ma poi lo tirò fuori di nuovo. Vi posò sopra le labbra e glielo porse…”

BN-NP348_fixobj_M_20160418105830.jpg

Lynne Kutsukake è nata in Canada da una famiglia giapponese di seconda generazione. Durante la Seconda Guerra Mondiale i suoi genitori sono stati internati con le rispettive nei campi di prigionia, quindi i nonni materni sono stati rimpatriati in Giappone. Lynne ha studiato letteratura giapponese e ha lavorato per diversi anni alla biblioteca dell’Università di Toronto, in qualità di esperta in materiali giapponesi. I suoi racconti sono stati pubblicati su “The Dalhousie Review”, “Grain”, “The Windsor Review”, “Ricepaper” e “Prairie Fire”. The Translation of Love, salutato con grande favore dalla critica, è il suo primo romanzo, già vincitore del Canada-Japan Literary Award 2016 e del Kobo Emerging Writer Prize 2017.

Corso “A scuola con gli albi” di Antonella Capetti

Iniziamo con il primo appuntamento.
Corso “A scuola con gli albi” di Antonella Capetti
(disegno di Silvia Molteni)
ANTONELLA 1.jpg
Il corso si strutturerà in due incontri di 3 ore ciascuno: il primo, giovedì 20 settembre 2018, dalle 17 alle 20, il secondo giovedì 17 gennaio 2019, dalle 17 alle 20.
Nei mesi che intercorreranno tra le due date, sarà possibile per i partecipanti iniziare o continuare la propria esperienza di utilizzo degli albi in classe, costruendo un ricco tessuto di esperienze che verranno condivise durante il secondo incontro.
A scuola con gli albi Insegnare con la bellezza delle parole e delle immagini
Il corso prende il nome dall’omonimo volume, che a settembre inaugurerà la collana “I topi saggi” della casa editrice Topipittori. Il libro documenta la pratica educativo-didattica della lettura in classe degli albi illustrati, in cui ogni storia diventa un magnifico pretesto per parlare della quotidianità, di storie fantastiche e suggestive, dei propri sentimenti, della relazione con i pari e con gli adulti, in una continua fruizione di letteratura di qualità e di una rappresentazione iconica stimolo per la creatività e la strutturazione di uno stile grafico-pittorico personale e non stereotipato. In questo modo, l’albo illustrato diventa non solo il mezzo attraverso cui insegnare e imparare, ma un compagno con il quale le bambine e i bambini acquistano con il tempo sempre maggior dimestichezza, praticando prima l’ascolto, poi la lettura autonoma, acquisendo quella capacità di leggere le immagini che tanta parte avrà nella costruzione di competenze elevate, quali la capacità di osservare e interpretare la realtà che ci circonda nelle sue molteplici forme e manifestazioni, e la costruzione di un pensiero originale e critico, che non manca di confrontarsi costantemente con l’altro da sé.
Durante il corso, ci confronteremo sulla lettura ad alta voce in classe, in particolare degli albi illustrati, condividendo le buone pratiche e costruendo insieme una ricca bibliografia, che possa diventare la base per una continua ricerca e un utilizzo efficace e fruttuoso degli albi.
Scopriremo come, attraverso di essi, sia possibile arricchire e rendere personale la produzione scritta, praticare una grammatica viva, comprendere e padroneggiare il linguaggio poetico, superare gli stereotipi.
Corso con Antonella Capetti
Giovedì 20 settembre 2018 dalle ore 17 alle 20
Giovedì 17 gennaio 2019 dalle ore 17 alle 20
Costi:
un incontro € 60,00 + € 15,00 di iscrizione annuale 2018/19 all’Associazione Spazio Libri La Cornice
due incontri € 100,00 + € 15,00 di iscrizione annuale 2018/19 all’Associazione Spazio Libri La Cornice
Per iscriversi: spaziolibrilacornice@gmail.com
tel. 031700571
A scuola con gli albi
Insegnare con la bellezza delle parole e delle immagini
di Antonella Capetti
TopiSaggi / Topipittori

LA BELLA STAGIONE DEI CORSI IN CORNICE

Sabato 8 settembre 2018
dalle ore 10
festeggiamo l’inizio della stagione!
Un programma fittissimo, con più di 25 corsi
da settembre 2018 a maggio 2019.

10 docenti saranno presenti sabato 8 maggio per spiegare i loro corsi e fornire qualche assaggio.

Inoltre solo sabato 8 settembre sarà possibile iscrivendosi ad un corso, pagare la tessera soci solo 5€.

Per il resto, tutto nel nostro solito stile:
grande festa!!
8-settembre-2018.jpg
Con:
Giuseppe GEP caserta
Claudio Milani
Paolo Cabrini
Marzia Molteni e Antonella Aquaro
Elena Bellocco
Linda Cavadini
Livio Falzone
Dorella Fallanca
Elena Governo
Pia Mazza

Un grazie speciale al nostro
art & copy Stefano Brenna

Abbiamo orecchie da giraffa, coi Mook

La comunicazione nonviolenta (CNV), chiamata anche comunicazione empatica, comunicazione collaborativa o linguaggio giraffa, è un processo di comunicazione assertivo sviluppato da Marshall Rosenberg a partire dal 1960, e diffuso dal suo Centro per la comunicazione nonviolenta, introdotta per evitare i conflitti e per essere efficace.

Il termine “linguaggio giraffa” si riferisce a uno dei pupazzi-marionette che Rosenberg utilizzava nei suoi seminari e conferenze per spiegare i metodi di comunicazione efficaci. Rosenberg scelse questo animale perché il suo lungo collo gli permette di avere un’ampia visione, e per il fatto che ha il cuore più grande tra i mammiferi terrestri.

La comunicazione nonviolenta funziona come processo per la risoluzione dei conflitti. Essa si concentra su tre aspetti della comunicazione:

1. L’auto-empatia (definita come una profonda consapevolezza e compassionevole esperienza interiore)
3. L’empatia (definita come l’ascolto di un altro con profonda compassione)
2. Auto-espressione onesta (esprimersi autenticamente in modo da ispirare compassione negli altri)

La comunicazione nonviolenta si basa sull’idea che tutti gli esseri umani hanno la capacità di compassione e ricorrono alla violenza o a un comportamento che danneggia gli altri quando non riconoscono le strategie più efficaci per soddisfare i propri bisogni. Le abitudini di pensare e di parlare che portano all’uso della violenza (psicologica e fisica) sono apprese attraverso la cultura.

Fonte Wikipedia
Illustrazione Mook

Abbiamo scelto di farle così le nostre nuove cartoline.
E di aggiungere una cosa da appuntare al cuore.

MOOK-RETRO.jpg

Allo Spazio Libri La Cornice The Big Draw 2018!

L'immagine può contenere: testo

A settembre faremo un progetto bello bello all’interno dell’iniziativa The Big Draw 2018!
Cominciate ad immaginarvi un Viale dell’Ospedale diverso dal solito.
Avremo bisogno di voi.
Con Francesca Galimberti.
#thebigdraw2018 #fabriano

nuove tessere soci dell’Associazione Culturale Spazio Libri La Cornice 2018-2019

Murgia A.jpg

Questa illustrazione di Daniela Iride Murgia, tratta da Marcel (Topipittori), ci accompagnerà nelle nuove tessere soci dell’Associazione Culturale Spazio Libri La Cornice 2018-2019.

Ogni anno la tessera ospiterà un’immagine di un’opera del primo artista a cui dedicheremo una mostra. 
La stagione di esposizioni artistiche 2018-2019 si aprirà dunque con una personale di Daniela Iride Murgia a partire dal 29 settembre.

La quota annuale dell’Associazione è di 15€ e sarà possibile avere la nuova tessera da settembre.

Sarà un autunno pieno di novità, sempre con gli occhi aperti e curiosi di Marcel.

Per informazioni e iscrizioni:
031 700571
associazionespaziolibri@gmail.com

A SCUOLA CON GLI ALBI – Corso con Antonella Capetti

A-scuola-con-gli-albi CORSO

Associazione Spazio Libri La Cornice
Corso con Antonella Capetti

A scuola con gli albi

Insegnare con la bellezza delle parole e delle immagini

Il corso si strutturerà in due incontri di 3 ore ciascuno: il primo, giovedì 20 settembre, dalle 17 alle 20, il secondo giovedì 16 gennaio, dalle 17 alle 20.

Nei mesi che intercorreranno tra le due date, sarà possibile per i partecipanti iniziare o continuare la propria esperienza di utilizzo degli albi in classe, costruendo un ricco tessuto di esperienze che verranno condivise durante il secondo incontro.

Corso con Antonella Capetti 
Giovedì 20 settembre 2018 dalle ore 17 alle 20 
Giovedì 16 gennaio 2019 dalle ore 17 alle 20

Costi: 
un incontro € 60,00 + € 15,00 di iscrizione annuale 2018/19 all’Associazione Spazio Libri La Cornice

due incontri € 100,00 + € 15,00 di iscrizione annuale 2018/19 all’Associazione Spazio Libri La Cornice

Iscrizioni aperte 
Per iscriversi: spaziolibrilacornice@gmail.com – tel. 031700571

Il corso prende il nome dall’omonimo volume, che a settembre inaugurerà la collana “I topi saggi” della casa editrice Topipittori. Il libro documenta la pratica educativo-didattica della lettura in classe degli albi illustrati, in cui ogni storia diventa un magnifico pretesto per parlare della quotidianità, di storie fantastiche e suggestive, dei propri sentimenti, della relazione con i pari e con gli adulti, in una continua fruizione di letteratura di qualità e di una rappresentazione iconica stimolo per la creatività e la strutturazione di uno stile grafico-pittorico personale e non stereotipato. In questo modo, l’albo illustrato diventa non solo il mezzo attraverso cui insegnare e imparare, ma un compagno con il quale le bambine e i bambini acquistano con il tempo sempre maggior dimestichezza, praticando prima l’ascolto, poi la lettura autonoma, acquisendo quella capacità di leggere le immagini che tanta parte avrà nella costruzione di competenze elevate, quali la capacità di osservare e interpretare la realtà che ci circonda nelle sue molteplici forme e manifestazioni, e la costruzione di un pensiero originale e critico, che non manca di confrontarsi costantemente con l’altro da sé.

Durante il corso, ci confronteremo sulla lettura ad alta voce in classe, in particolare degli albi illustrati, condividendo le buone pratiche e costruendo insieme una ricca bibliografia, che possa diventare la base per una continua ricerca e un utilizzo efficace e fruttuoso degli albi.

Scopriremo come, attraverso di essi, sia possibile arricchire e rendere personale la produzione scritta, praticare una grammatica viva, comprendere e padroneggiare il linguaggio poetico, superare gli stereotipi.

A scuola con gli albi
Insegnare con la bellezza delle parole e delle immagini
di Antonella Capetti
TopiSaggi / Topipittori

L’arte è “di parola” – Incontro

Giovedì 28 giugno ore 20,30 INCONTRO con Michela Strozzi psicoterapeuta, Beatrice Ricci educatrice e responsabile delle attività per gli anziani della Coop Progetto Sociale e Antonella Mundo arte-terapeuta.

L’Arte, la Bellezza e le Emozioni. Una chiacchierata tra alcuni operatori della relazione d’aiuto e chi ama l’arte.

Ingresso Libero

*La mostra di Adriano Colombo prosegue fino al 6 luglio 2018

adrianocolomboRETROgrigio (4)

L’Arte è di parola – Disegni di Adriano Colombo

INAUGURAZIONE Sabato 23 giugno ore 18

L’ARTE E’ DI PAROLA disegni di Adriano Colombo

Dal 23 giugno al 6 luglio 2018

°Giovedì 28 giugno ore 20,30 L’arte, la bellezza e le emozioni. Una chiacchierata tra alcuni operatori della relazione d’aiuto e chi ama l’arte. A cura dello studio l’Arcolaio, studio di psicologia e arte terapia.

adrianocolomboFRONTE definitivo

adrianoColombo.jpg

…una serata in ordine alfabetico LETTI DI NOTTE

letti-di-notte-locandina-1A.jpg

Una serata in ascolto, con tanti spunti per nuove letture.
Spazio Libri La Cornice

Giovedì 21 giugno alle ore 21
Letti Di Notte
Vedi alla voce…
all’interno della rassegna marcos y marcos

Una serata in ordine alfabetico
Letture a più voci

Tantissimi lettori, tutte le lettere dell’alfabeto:
una lettera (S) un tema (Seta) un libro (Seta di A. Baricco)

con Clara Cappelletti, Pia Mazza, Helena Mami, Roberta Crognale, Mimma Santi, Rob Pulce Molteni, Francesca Paini, Marie-Carole Brunel, Enrica Passoni, Antonella Capetti, Valentina Pellizzoni, Vera Frigerio… e tanti altri amici lettori

E alla lettera M come Musica: Bruno Venturini e i d’Altrocanto

COLORI D’ACQUA di Monica Riva

COLORI D’ACQUA
Acquarelli di Monica Riva
Inaugurazione sabato 9 giugno 2018 ore 18

dal 9 al 22 giugno 2018

locandina monica riva.jpg

“…dipingere e disegnare è un’attività che mi ha sempre affascinato sin da bambina, ho sempre dipinto, utilizzando anche altre tecniche, ma in modo discontinuo, fino a che ho scoperto la magia dell’acqua e del colore che fondendosi insieme creano un turbinio di sensazioni, emozioni e immagini uniche e difficilmente replicabili”